Il patentino

Nuove disposizioni per il patentino - Certificato di idoneità alla guida - nuove disposizioni -

A partire dal 1° aprile 2011, per guidare ciclomotori e minivetture (quadricicli leggeri) si dovrà superare anche un esame con prova pratica di guida, oltre a quello teorico già previsto.

Dopo il superamento della prova teorica, al candidato è rilasciata un’autorizzazione per esercitarsi alla guida di un ciclomotore, al fine di conseguire un’idonea formazione, almeno conforme ai contenuti della prova pratica. Quest’ultima non può essere sostenuta prima di un mese dal rilascio dell’autorizzazione; questa è valida per sei mesi, durante i quali è possibile sostenere la prova pratica al massimo due volte. In caso di secondo esito negativo, l’esaminatore ritira l’autorizzazione.

Durante le esercitazioni alla guida il candidato deve avere con sé l’autorizzazione ed un documento di riconoscimento, oltre naturalmente ai documenti previsti per il mezzo utilizzato.
Per i ciclomotori a due ruote è consentito esercitarsi in luoghi poco frequentati; se il mezzo è un ciclomotore a tre ruote o un quadriciclo leggero deve essere accompagnato da una persona, con funzioni di istruttore, di età non superiore a 65 anni e titolare di patente B da non meno di dieci anni. L’istruttore deve vigilare sulla marcia del veicolo, intervenendo tempestivamente in caso di necessità.